Animali, proseguono i controlli delle Guardie Zoofile Enpa di Savona sulle autostrade della Riviera

guardie_zoofile_enpa_118/08/2015

In Provincia di Savona l’abbandono di animali d’affezione (cani e gatti) è in calo da almeno 20 anni – come rende noto la locale Sezione Enpa – ma ciò non significa che, soprattutto d’estate, il fenomeno sia del tutto assente. Purtroppo c’è sempre qualcuno deciso a “scaricare il proprio amico”, abbandonandolo magari lungo la strada delle vacanze, per potersi godere le ferie estive in tranquillità. Per questo, le Guardie Zoofile della Protezione Animali savonese e la Società Autostrada dei Fiori collaborano per organizzare attività di monitoraggio e di controllo sul traffico veicolare nei tratti autostradali della Riviera. Le guardie dell’Enpa avvicinano le auto con animali a bordo e verificano le generalità del proprietario e la presenza del microchip del cane. Il servizio è attivo da vent’anni, è stato il primo in Italia ed ha riscosso grande successo, soprattutto tra molti degli automobilisti fermati che manifestano apprezzamento per l’operato dei volontari della Protezione Animali savonese. Ogni anno grazie a tali sinergie vengono controllate circa cinquemila auto – italiane e straniere – con animali a bordo (moltissimi cani, tanti gatti ed anche canarini, conigli e furetti). Analoga attività viene svolta sui trasporti degli animali cosiddetti “da allevamento”, che trasportano, spesso in condizioni disumane e con viaggi lunghissimi, migliaia di suini, di bovini, di polli e conigli verso i macelli. In questi casi, le Guardie Zoofile chiedono l’intervento della Polizia Stradale per fermare gli automezzi e controllare le condizioni degli animali, disponendo se necessario fermate per abbeverarli e rifocillarli, non senza denunciare i responsabili di eventuali maltrattamenti. Con l’occasione, l’Enpa ricorda che l’unico modo per evitare ad esseri viventi queste e altre sofferenze, è quello di non consumare più carne.  – See more at: http://www.enpaitalia.it/it/8064/cnt/buoni-esempi/animali-proseguono-i-controlli-delle-guardie-zoofi.aspx#sthash.GJ53bEuU.dpuf