Avellino-lacci cappio – operazione antibracconaggio delle Guardie Zoofile ENPA

Delle trappole ad uso caccia sono state ritrovate dalle guardie zoofile del nucleo territoriale provinciale di Avellino dirette dal capo nucleo Saverio Capriglione, durante un controllo venatorio in localita’ ”Ischia Pantana ”,nel comune di Castelvetere. Sono state trovate in un uliveto, opportunamente posizionate ed occultate in modo da sorprendere e catturare la selvaggina. Si tratta di lacci fatti da cavi di acciaio in cui l’animale si va ad infilare e che si stringono attorno al corpo immobilizzandolo. Erano state sicuramente collocate per la cattura dei cinghiali; questo non esclude la possibilità che rimanessero intrappolati anche altri animali e perfino cani.
Indipendentemente dalla specie catturata, gli animali intrappolati sarebbero morti o sarebbero rimasti immobilizzati in una lenta agonia. La normativa sulla caccia vieta categoricamente l’uso delle trappole per l’esercizio venatorio.Il tutto e stato sottoposto a sequestro giudiziario e gli atti mandati in procura.