BENEVENTO,CONTROLLI SUL TERRITORIO DA PARTE DELLE GUARDIE ZOOFILE ENPA

IMG-20160213-WA0009Il Nucleo territoriale delle Guardie Zoofile dell’Ente Nazionale Protezione Animali della provincia di Benevento nominate secondo quanto disposto dal Decreto del Presidente della Repubblica del 31 marzo 1979, diretto dal capo nucleo Marco Grasso, ha messo in atto una serie di servizi finalizzati al contrasto del bracconaggio e alla tutela degli animali d’affezione.
Durante i servizi effettuati nelle ultime giornate di apertura dell’attività di caccia in diverse località del territorio provinciale, sono stati controllati diversi cacciatori ed elevata un verbale amministrativo per mancato rispetto del regolamento sull’attività venatoria.
Sono stati predisposti servizi di prevenzione al fine di contrastare i fenomeni di abbandono e maltrattamento di animali d’affezione nel territorio comunale di Benevento e zone limitrofe, durante i quali sono stati rinvenute alcuni siti di rifiuti abbandonati. Sono risultati di diversa tipologia: pneumatici, elettrodomestici, parti meccaniche, ecc. alcuni già incendiati con il conseguente rilascio in atmosfera di sostanza inquinanti. Sono stati segnalati alle competenti Autorità che dovranno accertarne la pericolosità e la relativa modalità di smaltimento, la messa in sicurezza ed il ripristino dei luoghi. Si tratta di aree dove purtroppo tali azioni, prive di ogni senso di rispetto per l’ambiente e la salute dei cittadini, avvengono di sovente: Santa Clementina, contrada Serretelle, contrada Pezzapiana, contrada Fasanella, piazzale degli Atleti.
E’ stato inoltre predisposto un servizio di verifica del corretto rispetto del regolamento comunale relativo agli animali d’affezione nella città capoluogo questa mattina durante l’arrivo di San Pio, al fine di prevenire eventuali situazioni di pericolo o tensione a causa della mancata custodia di cani padronali nelle modalità previste (guinzaglio, museruola in presenza di assembramenti di persone per i cani di taglia prevista, sacchetto per le deiezioni al seguito) e per prevenire situazioni spiacevoli legate alla eventuale presenza di randagi.