Cane morsicatore a Montelupo Fiorentino Intervengono le Guardie Zoofile ENPA e i Carabinieri

12118847_422631557926636_162033705376681916_nDa tempo veniva segnalato al Nucleo Guardie Zoofile ENPA di Firenze , che una persona proprietaria di un cane meticcio di grossa taglia, lo lasciava vagare nella zona di Samminiatello sprovvisto di museruola e guinzaglio, senza il controllo del proprietario o comunque nel completo disinteresse per l’incolumità altrui, facendo sì che lo stesso procurasse gravi danni ad altri cani e alle persone.

In particolare l’aggressione a un cane meticcio condotto dal suo proprietario, che passeggiava sulla pista ciclabile che costeggia il fiume Arno, che veniva attaccato improvvisamente al collo dal cane morsicatore procurandogli una lesione grave. L’animale veniva trasportato d’urgenza presso un ambulatorio Veterinario di Scandicci suturandogli le lesioni con 40 punti.

In altra occasione lo stesso cane riusciva a oltrepassare la recinzione dell’abitazione attaccando un altro cane condotto a guinzaglio dal proprietario, per dividere i due animali il signore veniva ferito con un morso alla mano ed è dovuto ricorrere al Pronto Soccorso dell’Ospedale di San Giuseppe di Empoli, anche in questo caso nel disinteresse dei proprietari.

Un’altra volta, con la completa indifferenza del proprietario, aggrediva un cane di piccola taglia procurandogli lo schiacciamento toracico con conseguente perforazione dello stomaco, il cane veniva soccorso dalle persone sopraggiunte alle urla del proprietario e trasportato presso una Clinica Veterinaria per effettuare un intervento chirurgico d’urgenza riuscendo così a salvare l’animale.

Considerato i gravi fatti accaduti e la negligenza del possessore nella gestione di un cane d’indole aggressiva, veniva proceduto, da parte del Nucleo Guardie Zoofile e del Comando Carabinieri di Montelupo Fiorentino alla ricostruzione delle varie dinamiche dei fatti e all’acquisizione delle querele dei cittadini parti offese.

Dalle attività investigative emergevano violazioni al Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Montelupo nonché all’art. 672 del C.P., tali infrazioni venivano contestate al detentore del cane morsicatore in aggiunta all’informativa del Comando Stazione Carabinieri di fatto trasmessa alla competente A.G. per eventuali valutazioni sulle lesioni colpose a danno delle parti offese.

Dopodiché il Sindaco di Montelupo Fiorentino, supportato dalla USL Servizio Veterinario emetteva un’ordinanza obbligando il proprietario a garantire il costante controllo del cane tenendolo in luogo chiuso, applicandogli sempre la museruola e guinzaglio nelle aree urbane.