Due uccellatori colti sul fatto nelle campagne del Salernitano

283x300_201683123950614 (1)Si è conclusa con la convalida del sequestro, l’operazione che ha permesso di cogliere sul fatto due bracconieri intenti a catturare fringillidi. Ad intervenire, alle prime ore del mattino nel territorio di Eboli (Salerno) in località Campolongo, sono state le Guardie Zoofile dell’Enpa in collaborazione con i volontari del CABS e le guardie ittico-venatorie di Salerno, i quali hanno sorpreso due uomini mentre manovravano le reti nei pressi di alcune serre. I due stavano catturando i cardellini con l’ ausilio di alcuni richiami vivi e di zimbelli utilizzati per ingannare i loro simili. I bracconieri, notate le guardie, hanno tentato la fuga, ma i Carabinieri della stazione di Santa Cecilia (Salerno), intervenuti tempestivamente, sono riusciti a fermare i due e ad identificarli. Parte del materiale per l’uccellagione era stato occultato in un canale per l’irrigazione, mentre i volatili catturati erano stati nascosti tra le vegetazione. Tutto il materiale è stato recuperato dagli agenti e posto sotto sequestro. I richiami e gli zimbelli, questi ultimi imbragati con spago e moschettoni, sono stati trasportati al CRAS di Napoli, mentre i cardellini catturati sono stati restituiti al loro ambiente. I cacciatori di frodo, invece, sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per reati connessi alla cattura, detenzione e maltrattamento di fauna selvatica protetta. Sembra che uno dei due uccellatori, dieci giorni fa, era stato denunciato in provincia di Frosinone per lo stesso reato.