ENPA SALERNO e tartarughe Caretta caretta,nella puntata di LINEA BLU del 21 novembre

Screenshot_2015-11-24-15-02-58Presenti fin dalla segnalazione della prima deposizione, da parte di una tartaruga Caretta caretta, di uova sulla costa di Marina di Camerota, le guardie ed i volontari della Protezione Animali hanno atteso da giugno ad ottobre, giorno e notte, insieme ai biologi della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli e ad altri volontari, vigilando sui sette nidi localizzati nel cilento. Le immagini racchiudono brevemente il “lavoro” di mesi di attesa. In quest’attesa è stato fatto un grosso lavoro di sensibilizzazione e di informazione sulle specie ittiche del Mediterraneo e sulla tutela del Mare ai bagnanti presenti nelle località turistiche. Allietando i bambini con gli album e i gadget dell’Enpa. Un lavoro che contribuirà negli anni successivi ad una maggiore responsabilizzazione nei confronti delle creature marine.  Questo è il mio quarto anno di collaborazione con i biologi del Dohrn che ringrazio per l’impegno e la professionalità dimostrata. Nonostante tutto ogni schiusa è emozionante come la prima. il nostro intento è quello di allargare il concetto di volontariato  a 360°, occupandoci anche di animali non propriamente comuni. Ogni tartaruga ha la sua storia e ogni nascituro porta con sé la speranza di poter ripopolare il mare di una specie che oggi rischia l’estinzione a causa della pesca eccessiva e dell’inquinamento.  – commenta Luana Oliva, la guardia volontaria dell’Enpa di Salerno ripresa da Linea Blu.

E’ possibile rivedere la puntata  (DAL MINUTO 10:00):   http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-af9b23fe-ed52-4da0-a4d6-0a7bd0ee08b3.html#p=