Ferita ad un’ala e impossibilitata al volo, Guardie Zoofile Enpa di Salerno soccorrono Gru

283x300_2016411123112928Guardie zoofile dell’Enpa di Salerno hanno recuperato sul litorale di Eboli un esemplare di Gru cenerina (Grus grus). La segnalazione è giunta da un residente a che, passando da quelle parti, aveva notato la presenza di alcuni esemplari alzarsi in volo e si era accorto che uno di loro non ci riusciva a causa di un’ala ferita. Le Guardie Enpa si sono attivate immediatamente perlustrando il territorio alla ricerca dell’animale che è stato infine trovato due giorni dopo. «Si è trattato di un’impresa decisamente complessa – racconta la Guardia Zoofile Alberto Marino – poiché non solo ci siamo trovati a setacciare una zona molto ampia, ma l’animale tendeva a nascondersi tra le rogge e l’erba alta, rendendo molto difficile il suo recupero. Ciononostante, non ci siamo mai arresi». E così, equipaggiati con reti e guadini, i volontari dell’Enpa di Salerno sono finalmente riusciti a individuare e recuperare la gru , che è stata immediatamente trasportata presso Centro Recupero Animali Selvatici di Napoli. Qui lo staff medico-veterinario potrà accertare, con gli opportuni esami, natura e cause della ferita. Completate cure e riabilitazione, la Gru potrà ritornare in libertà e continuare il suo viaggio migratorio. «Se dalle analisi dovesse risultare che la ferita è dovuta a un colpo di fucile, ci troveremmo in presenza di un gravissimo episodio di bracconaggio, anche perché le Gru appartengono a una specie particolarmente protette. Naturalmente, se così fosse, l’Enpa denuncerà il fatto nelle sedi competenti. Con l’occasione – conclude Marino – ringraziamo tutti coloro i quali si adoperano per gli animali, e in modo particolare il signor Virgilio Acito che ci ha segnalato la presenza della Gru e permesso di soccorrerla».